Prospettive e proposte per la Sanità in Calabria: il contributo di BeGov

Sanità in Calabria: prospettive e proposte.” Se ne parlerà con l’On. Piero Aiello (Senato della Repubblica, XII Commissione Igiene e Sanità), la Prof.ssa Marianna Mauro (Professore associato di Economia Aziendale), l’On. Michele Mirabello (Consigliere Regione Calabria, Presidente III Commissione Sanità) e con la Dott.ssa Elga Rizzo (Manager in Sanità). L’incontro sarà moderato dallo studente di Medicina e Chirurgia Luigi Leta.  A portare i saluti : il Magnifico Rettore Prof.re Aldo Quattrone e Massimiliano Perri, vice responsabile associazione BeGov.

Questo il tema del III incontro del ciclo di seminari ”P.A.rliamone” sulla pubblica amministrazione, che avrà luogo il 21 novembre 2016, alle ore 15:00, presso l’aula Giovanni Paolo II dell’Università ”Magna Graecia” di Catanzaro. A tal proposito è necessario, se non doveroso, mettere al corrente tutti gli studenti che hanno scelto di formarsi didatticamente presso il campus catanzarese, nonché i docenti e l’intera cittadinanza, della nascita all’interno del citato ateneo di una nuova realtà.

Si tratta di una proposta sicuramente nuova e specifica nel suo genere, ma con ampio raggio di inserimento di tematiche attuali, senza dubbio meritevoli di attenzione anche se spesso trascurate perchè considerate lontane anni luce dalla propria sfera personale. Questa realtà si chiama BeGov, e ha scelto anche l’ateneo di Catanzaro per espandersi e crescere, e soprattutto per creare una ”rete di scambio” tra giovani, studenti e figure professionali diverse, unite dalla passione per le tematiche che riguardano la Pubblica Amministrazione. Di certo un’ottima opportunità per i più giovani e non solo di avere confronti diretti con coloro i quali sono gli attori della PA, nonché con specialisti in materia amministrativa. BeGov nasce nelle università perché luogo di cultura, di crescita, innovazione, ricerca e di cambiamento.

E non poteva essere delineato un luogo più adatto, in quanto proprio l’università è il luogo nel quale si forma il capitale umano, la classe dirigente dell’oggi e del domani, non solo dal punto di vista didattico, in quanto la massima aspirazione dovrebbe essere si quella di formarsi e diventare grandi professionisti, ma anche e soprattutto di divenire delle persone che non dimenticano quanto sia importante l’apporto umano da impiegare in qualsiasi prospettiva. Chi entra a far parte di questa associazione è convinto che l’università non sia il grigio edificio contenitore di ansie e paure nel quale depositare le propie speranze e i propri sogni, ma il punto di partenza per far crescere e migliorare le proprie aspettative e le proprie proposte per il futuro, un futuro di cui tutti dovrebbero sentirsi responsabili.Gli associati di BeGov si sono messi in gioco, hanno deciso di spendere un pò di se stessi in un’idea nella quale tutti dovrebbero confluire: quella secondo cui forse è impossibile stravolgere totalmente la realtà entro la quale si vive, ma è doveroso dare il proprio contributo. Hanno compreso che la diversità è una fonte di ricchezza e cercheranno di espandere le proprie idee nella direzione della non suddivisione delle categorie degli appartenenti in relazione alla facoltà scelta e studiata, poichè uno dei tanti altri obiettivi è anche quello di integrare le diverse conoscenze e crescere grazie a queste. Una crescita che avverrà soprattutto attraverso i vari workshop che saranno presto organizzati in seguito, ai quali sarà possibile elaborare idee e proporre soluzioni concrete, favorendo così capacità e competenze utili per il mondo del lavoro. Ruolo fondamentale in questo senso hanno i docenti e i professionisti che mettono a disposizione il proprio tempo e la propria preparazione, nonchè sensibilità culturale e umana, sedendosi accanto a coloro i quali solitamente si trovano dall’altra parte della cattedra. Per il momento sono state date alcune informazioni generali, lasciando fare al ”corso degli eventi” saranno esposti i motivi per i quali ringraziare chi ha voluto che nascesse una novità così prorompente.

Si può concludere dicendo che la speranza è che la proposta venga accolta con entusiasmo, in quanto chiunque sia desideroso di dare il proprio apporto può unirsi alla grande famiglia BeGov. L’unico elemento fondamentale per potervi entrare a far parte è la passione, poichè è ”l’elemento senza il quale non sarebbe mai stato fatto nulla di grande”.

 

Anna Chiara Verrengia

Responsabile Comunicazioni BeGov UMG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *